un portale specifico su finanza ed economia

Prestiti a protestati: finanziamenti personali con protesto

prestiti a protestati

prestiti a protestati

prestiti ai protestati sono una categoria di finanziamenti erogati a favore delle persone che subiscono un protesto, come ci conferma la definizione di Prestitimag, riguardante tutto l’ambito dei finanziamenti personali con protesto, cattivi pagatori e pignorati.

Ma quali sono le principali caratteristiche di questa tipologia di prestiti?

Continua a leggere questa guida e scopri come funzionano i finanziamenti ai soggetti ai protestati. Ma, prima facciamo chiarezza su cos’è un protesto.

Protesto: cos’è?

Prima di analizzare le caratteristiche dei prestiti ai protestati, è bene sapere che cos’è un protesto. Nel diritto pubblico, il protesto è un atto pubblico redatto da un notaio o da un altro pubblico ufficiale con il quale viene attestato il mancato pagamento di un assegno o di un qualsiasi altro titolo esecutivo (cambiale).

In buona sostanza, se si sottoscrive una cambiale che non si riesce ad onorare regolarmente, il pubblico ufficiale procederà ad iscrivere il nome del debitore inadempiente nel Registro Informatico dei protesti.

Quali sono le conseguenze di subire un protesto? Sono tutt’altro che piacevoli: dal punto di vista civile si va incontro al pignoramento dei beni da parte del creditore. Inoltre, vengono addebitati gli interessi di mora.

Se si subisce un protesto per un assegno bancario non pagato regolarmente, viene irrogata una sanzione amministrativa “salata” che può essere evitata con il pagamento.

Il protesto è oggetto di pubblicità allo scopo di tutelare chiunque abbia rapporti economici con il protestato.

Infatti, tutti i dati dei debitori che non adempiono al pagamento del titolo cambiario o di un assegno bancario vengono inseriti nel Registro Informatico dei Protestati con divieto di emettere assegni per la durata di sei mesi.

Tale Registro può essere consultato presso la Camera di Commercio sia dai privati che dalle banche, le quali possono valutare il merito creditizio di un soggetto istante prima di concedere un mutuo o un finanziamento.

La riabilitazione del soggetto protestato viene concessa a condizione che lo stesso non abbia subito altri protesti nell’ultimo anno solare e sia trascorso almeno un anno dalla levata di protesto.

Prestiti ai protestati: a chi sono rivolti?


Dipendenti pubblici, privati, pensionati disoccupati possono richiedere un prestito per i protestati.

Cessione del quinto dello stipendio per i dipendenti pubblici protestati

Per i dipendenti pubblici assunti con contratto a tempo indeterminato o determinato che abbiano subito un protesto, è possibile richiedere la cessione del quinto dello stipendio. Guarda qui un esempio di simulazione cessione del quinto.

Si tratta di una forma di finanziamento che consente di restituire l’importo erogato dall’ente creditizio attraverso la trattenuta diretta nella busta paga, nella misura massima del 20% della retribuzione netta mensile.

Questo tipo di prestito prevede l’accesso al TFR maturato in caso di mancato pagamento e la copertura di una polizza assicurativa in caso di decesso, perdita del lavoro e invalidità permanente.

Prestiti ai protestati per i dipendenti privati

Per i dipendenti privati che abbiano subito un protesto possono ottenere una cessione del quinto dello stipendio o un prestito cambializzato, che prevede la restituzione della somma ricevuta attraverso il pagamento di un titolo cambiario emesso in forma di “tratte” o “di pagherò”. In genere, sono richieste come garanzie: il TFR maturato, una busta paga, l’intervento di un garante o una fidejussione.

Prestiti cambializzati per protestati disoccupati

Per i cattivi pagatori e i protestati disoccupati e senza reddito è possibile richiedere un prestito cambializzato. Le cambiali sono titoli di credito che garantiscono all’ente creditizio il saldo di quanto stabilito in sede contrattuale. In caso di mancato adempimento scatta il pignoramento dei beni del soggetto debitore.

Essendo privo di reddito, il soggetto disoccupato può richiedere un importo non molto elevato affinché la domanda possa essere accettata. Di solito il capitale finanziato non eccede i 5.000 euro.

Si ricorda che il titolo cambiario per essere considerato legalmente valido deve contenere la banca d’appoggio presso cui effettuare il saldo, il nominativo del creditore e del debitore, la data di scadenza, il bollo che ne certifichi la validità in corso e la firma del debitore.

Prestito ai pensionati protestati

Anche i pensionati protestati possono richiedere una cessione del quinto sulla pensione o un prestito cambializzato. Un’altra forma di finanziamento è il credito su pegno attraverso una garanzia reale (gioielli, pellicce, orologi, etc.). Questa tipologia di prestito è consigliabile in caso di piccoli importi.

Prestiti ai protestati: importo e durata

L’importo massimo che i protestati possono richiedere dipende dall’importo massimo dell’indebitamento mensile, pari al 20% della retribuzione netta in busta paga o nel cedolino pensione. La durata del rimborso può arrivare fino a 120 mesi.

Finanziamenti ai protestati: tassi e assicurazione

Dal punto di vista dei tassi, i prestiti ai protestati sono più onerosi e sono erogati a condizioni economiche meno vantaggiose rispetto ai “classici” prestiti.

Inoltre, se si opta per la cessione del quinto sullo stipendio/pensione per i soggetti protestati, è obbligatorio sottoscrivere una polizza assicurativa, che consente di tutelare ulteriormente la banca, nel caso di premorienza o di disoccupazione.

Prestiti per i protestati: tempistiche

Per quanto concerne le tempistiche, i prestiti ai protestati vengono erogati in pochissimi giorni, permettendoti così di ottenere la somma di denaro desiderata senza lunghe attese.

Leggi anche: Consigli utili per i finanziamenti a Protestati

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica.Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. COINTRAFFIC BANNER: eticambio.it non è responsabile dei contenuti sponsorizzati tramite banner di Cointraffic GOOGLE ADSENSE BANNER: eticambio.it non è responsabile dei contenuti sponsorizzati tramite banner del programma Google Adsense. CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money rapidly due to leverage. 75% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you understand how CFDs work and whether you can afford to take the high risk of losing your money. Cryptocurrencies can fluctuate widely in prices and are, therefore, not appropriate for all investors.Trading cryptocurrencies is not supervised by any EU regulatory framework. Past performance does not guarantee future results. Trading history presented is less than 5 years old and may not suffice as basis for investment decision. Your capital is at risk.Real Stocks - Your capital is at risk.Invitations to webinars - The content that will be discussed is intended for educational purposes only and should not be considered investment advice. When graphs & charts are used - The above chart is only an indication. The current market price can be found on the eToro platform. Earning reports - Market rumors and speculation may lead to changes in the asset price before the earnings report is released. Market analysis - Please note that due to market volatility, some of the prices may have already been reached and scenarios played out.When images with figures & data are shown - Indicative prices; current market price is shown on the eToro trading platform. AVVERTENZA SUI RISCHI Le performance passate non sono indicative dei risultati futuri. Inoltre, i prodotti con leva possono comportare un alto grado di rischio. eToro offre misure protettive per gestire il rischio in modo efficace, ma in rare occasioni è possibile perdere più denaro di quanto investito - BLOG Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 - ICO: Gli articoli sulle ICO sono solo a scopo informativo e di notizia, non rappresentano un consiglio per l'investimento ed eticambio.it non è associato in alcun modo a nessuna ICO. Eventuali banner sulle ICO sono forniti da terze parti e non direttamente da eticambio.it, che ha un rapporto con le agenzie di marketing e non direttamente con le ICO stesse. RISCHI il tuo capitale è a rischio. Le informazioni presenti sono solo a scopo informativo e non rappresentano un consiglio di investimento. Eticambio.it è un sito web con finalità informative e didattiche ed i contenuti presenti non rappresentano ne un consiglio di investimento ne devono essere intesi come sollecito alla raccolta di pubblico risparmio. Anche eventuali strumenti finanziari presenti nel sito web sono solo a scopo informativo e didattico. I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in breve tempo a causa alla leva. Tra il 66 % e l'89% dei conti di clienti al dettaglio perde denaro facendo trading con i CFD. Dovresti quindi considerare i rischi di perdita di soldi.

Portale di economia e finanza di Professioneseo - P. IVA IT06185950828

Cookie Policy - Privacy - Disclaimers termini e condizioni d’uso - Aggiorna le preferenze sui cookie